Lamberto e i draghi; serata di presentazione del 18.6.14. Articolo di Omar Gamba

Mercoledì 18 giugno 2014 nella sala della biblioteca di Macherio, con il patrocinio del Comune, si è svolta, davanti a circa quindici persone, la presentazione della raccolta di racconti di Lamberto Motta.

Relatore della serata Evandro Straccini.

Immagine

La presentazione dell’Associazione LiberoLibro Macherio è stata tenuta dal presidente Ivano Mingotti, dopodichè il dibattito è cominciato; non prima però della lettura di uno stralcio del volume.

Immagine
Lamberto Motta è laureato in Lettere Moderne, e alle domande di Evandro rispondeva con molta partecipazione e competenza.
Evandro Straccini chiedeva delucidazioni sul filo conduttore dei 7 racconti che compongono l’opera, dai quali si deduceva vi fosse Erotismo e Amore.
Motta confermava, poi, alla domanda sul titolo, rispondeva che arrivava dal racconto principale e dal tentativo del proprio IO di districarsi nella Selva Oscura della vita. Una metafora quest’ultima a cui l’Autore pareva tenere in modo particolare.
I personaggi, sosteneva Lamberto, sono indefiniti e tendono a essere in bilico tra il Bene e il Male.
Vi era poi una seconda lettura.
Riprendeva la conferenza con domande sull’Eros presente nei brani. Lamberto Motta citava il Lancillotto e le opere definite Cortesi che univano l’aspetto della Guerra con l’Amore; e l’idea del proibito. La prosa di Motta assomiglia a quella di questi romanzi.
Tra letture e domande proseguiva la serata, poi Evandro chiedeva se vi fosse una Morale.
No, rispondeva Motta, la morale può però venir da sè, proseguiva l’Autore che ammetteva d’aver lasciato finali aperti per programmate continuazioni future.
Il relatore sottolineava l’aspetto Surreale e Onirico. Lamberto Motta confermava, sostenendo di unire, tra le altre cose, la realtà sua con quella dei suoi sogni.
Vi era una constatazione, la somiglianza di un determinato racconto con Twilight. ”Certo, il personaggio Lambert è autoironico, una parodia, mi piace molto l’idea del vampiro”, affermava l’autore.
I racconti sono molto favolistici, e alcuni ambientati in Giappone, che è una passione dell’Autore.
”L’Amore?” chiedeva Evandro.
”Sì, l’Amore è un filo conduttore, ma rischia di divenire volgare, soprattutto l’erotismo, Io ho cercato di renderlo piacevole”.
Lamberto Motta e Evandro Straccini terminavano il loro dialogo, il pubblico poteva intervenire con domande.

Immagine

Ne riporto alcune:
-La Poesia? tu sei un Poeta, metti Poesia nella tua narrativa?
-Sì, soprattutto nelle Canzoni composte in un racconto sulla musica.
-Sei più Poeta o scrittore di Prosa?
-Più scrittore.
-Stile?
-Semplicità ed Eleganza.
Emergeva che i racconti possono essere anche adatti ai bambini, che in futuro ci saranno nuove pubblicazioni, che l’Autore nella società odierna ha un ruolo secondario poichè è difficile farsi conoscere.
Lamberto Motta ci teneva a precisare che la sua ricerca nel mondo della letteratura non è a scopo di lucro, ma per aver Voce ed esser conosciuto e apprezzato.
Tra le tante domande ci si avviava alla conclusione con una finale domanda: Come ti sei trovato qui all’Associazione LiberoLibro?
-Tra amici, tra persone di cultura che capiscono e apprezzano.

Immagine

Video

Omar Gamba

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...