Maria e Sara: una serata molto partecipata

Image

 

Mercoledì 9 aprile 2014, presso la sala Corsi della biblioteca di Macherio, ha preso vita il 2° evento “Presentiamoci” dell’Associazione Liberolibro Macherio, nei quali i membri della stessa si presentano al pubblico assieme alle loro opere.
Questa volta è toccato a Maria Fedele, scrittrice, che ha presentato il suo nuovo romanzo “Come un sasso nel lago” edito da Il Ciliegio edizioni, e a Sara Del Terra, fotografa, che ha esposto alcune sue opere fotografiche.
Relatore della serata è stato Omar Gamba, anch’egli membro dell’Associazione.
La presentazione di Maria è stata accompagnata dalla lettura di alcuni brani del romanzo citato, eseguite magistralmente da Zorzi Monica, Roberta Vecchi e Alessandra De Stefano, allieve del corso di lettura espressiva “il tempo ritrovato”.
La serata è cominciata dopo un breve discorso introduttivo da parte del Presidente dell’Associazione Liberolibro di Macherio, Ivano MIngotti.
Claudia è la protagonista del romanzo di Maria, che ha una prosa elegante e musicale, messo in evidenza dalle lettrici del corso di lettura espressiva.
E’ una ragazza riflessiva che ha ritrovato un vecchio diario di viaggio; leggendolo lo ha confrontato con ciò che lei è adesso, che proviene da periodo crititico in seguito a una recente separazione.
attraverso il diario, Claudia riflette su come vive i rapporti con le persone e le altre questioni della vita.
E’ un romanzo di formazione, di stampo psicologico e che concede numerosi spunti di riflessione. Claudia per certi versi è affine all’autrice, non tanto per le vicende narrate, quanto per il modo di porsi con le altre persone.
I due personaggi maschili del romanzo invece rappresentano l’archetipo di uomo aborrito dall’autrice; uno insipido e l’altro troppo coinvolto nel raggiungimento dei propri obiettivi. Maria stessa aggiunge che sono due tipologie di maschio che non vorrebbe mai incontrare.
Il personaggio della zia Rosetta rappresenta quello che Claudia non vorrebbe diventare, anche se il rapporto affettivo tra le due protagoniste del romanzo è molto buono. Rosetta è affetta da disturbi psichici e la sua debolezza è inversamente speculare alla forza di Claudia.
Omar chiede in che modo lo stile di Maria possa evolversi e lei risponde che le piacerebbe sviluppare un tipo di narrazione senza espedienti, sulla falsa riga del sentiero percorso da Erri de Luca e Margaret Mazzantini.
Maria afferma che se dovesse arridergli il successo spera di poter studiare per migliorarsi nella professione della scrittura.
Terminata la presentazione di Maria si è parlato di Sara Del Terra che ha esposto sei fotografie di paesaggi colte in giro per il mondo.
Sara afferma che le piace mettere in evidenza l’architettura e la natura (boschi e mare), che ha già esposto con successo anche negli Stati Uniti e che, con le sue opere fotografiche, vuole cogliere l’attimo fuggente delle cose inanimate, in special modo il cielo e la luce solare che traspare dalle nuvole. Per fare ciò afferma che spesso deve attendere parecchio tempo per cogliere l’istante sublime.
Sara afferma che le piacciono molto le macchine fotografiche analogiche anche se evidenzia il fatto che oggi giorno stanno per essere accantonate.
Infine Sara dichiara che la foto rimane più una passione artistica che un progetto professionale.
La serata termina con un saluto del Presidene dell’Associazione Ivano Mingotti che esorta il pubblico a venire numeroso anche alle prossime presentazioni.

Evandro Straccini.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...