1 FEBBRAIO – PRIMO SUCCESSO PER LIBEROLIBRO – ALESSANDRO CASTELLANI E BRUNO PIZZUL

Image

 

 

Un successo annunciato

Amore, Libertà, Amicizia, Condivisione: Questi sono stati i cardini della presentazione di sabato 1 febbraio nell’ampia Sala del Camino di Macherio. Non sono certo banalità questi argomenti, hanno peso e importanza nella vita di ogni personaggio e tale si è rivelato Alessandro Castellani (se non altro per l’eccentrico abbigliamento), che con un importante assessore regionale, Fabio Pizzul, che ha fatto da relatore, ha toccato i sopraddetti argomenti dimostrandosi sicuramente una persona mossa da umanità e sentimenti singolari.

La partecipazione del pubblico è stata sorprendente, i microfoni per le domande giravano per tutta la platea e le domande si susseguivano una dopo l’altra col Castellani che si sbizzarriva nel rilanciare o rispondere con arguzia e sagacia e dimostrandosi sicuramente uomo di mondo.

L’amore è per Castellani un sentimento universale, un sentimento che vale per l’amicizia oltre che per i valori propriamente detti carnali. Apprezzabile la convinzione dell’autore nel parlare di argomenti delicati e dove ha sottolineato la necessità (che spesso risulta difficile) del denudare i propri sentimenti e le proprie fragilità, sostenendo che solo così è possibile esser più forti. E una frase è decisamente simbolica e riassuntiva di tutto il predicare: Da soli siamo niente, insieme siamo tutto.

La libertà per Castellani è propriamente significativa se svincolata da beni materiali, la libertà è essere indipendenti dalle necessità, in primis del denaro. Ed è questo un argomento sul quale è stato posto l’accento nella serata; Castellani ha sottolineato come molti degli autori della raccolta siano utopisticamente votati all’eliminazione del denaro, al ritorno della forma più preistorica ma anche umanamente meno spietata del baratto.

Interessanti gli argomenti trattati e gli spunti emersi nel lungo dibattito: Castellani si è certamente rivelato un personaggio molto aperto e tipicamente toscano, un personaggio per cui l’amicizia è decisiva. È stato capace di stringere amicizie in frangenti impensabili. Passeggero su un taxi a Milano è riuscito a trovare nella sconosciuta autista una cara amica che nella serata è intervenuta coprendo di lodi l’autore.

Quindi Castellani, tramite Facebook, (una piattaforma definita frivola da Pizzul), è stato arguto tanto da riuscire a far emergere argomenti, in risposta a domande predefinite, gravi e determinanti, da essere pubblicati sul libro presentato.

La presentazione di Un’Eco di anime si è rivelata un successo importante per l’organizzazione e per i contenuti citati.

La degna cornice di un successo annunciato è stata l’esposizione di tre opere di Gabriele Fedele, che adornando la sala alle spalle del Castellani hanno trovato visibilità al cospetto dei presenti. Bolle di Sapone e le altre tele di categoria astratta e vivaci colori non sono passate inosservate, i presenti le hanno immortalate in diverse fotografie.

Interessante anche l’introduzione del presidente dell’associazione Ivano Mingotti, che ha presentato a inizio serata e alla sua fine l’associazione LiberoLibro che col patrocinio del Comune ha organizzato questo primo evento.

Nota stonata? La serata è stata snobbata da autorità del comune di Macherio, giornalisti e cittadinanza, ma…come si usa dire: se son rose…fioriranno.

 

 

O.G.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...